29 dicembre 2009

Creare un sito di annunci con Joomla!

Come creare un sito di annunci con Joomla!
Da quanto mi risulta esistono diversi plugin (o meglio, componenti) Joomla! per creare siti internet del tipo Directory/Annunci. Quelli gratuiti che ho potuto provare sono Sobi2 e Adsmanager.


Entrambi possono essere utilizzati da neofiti e non richiedono la conoscenzadi linguaggi di programmazione, possono essere installati come sono con estrema semplicita'. Naturalmente e' necessario aver installato un sito con Joomla! e aver un minimo di conoscenza di questo CMS ... ma non c'e' da preoccuparsi piu' di tanto, potrebbe essere proprio l'occasione per imparare a smanettare anche con questo framework.
Piccola parentesi: chi e' gia' abituato a "lavorare" con Wordpress o con Blogspot potrebbe trovare il backend, l'interfacia di lavoro, di Joomla! un po' ostico. Non e' un problema di Voi, e' proprio cosi' secondo me l'interfaccia Joomla!, ma con un po' di impegno passione e di prove e' possibile farcela!
Torniamo a noi: alcune delle caratteristiche di entrambi i componenti sono:
  • funzionano subito (come tutti i compoenti Joomla!)
  • creazione di categorie di classificazione degli annunci
  • visualizzazione ad albero delle categorie
  • facile creazione di un form di inserimento (meno in Sobi2)
  • la gestione di annunci a pagamento
  • inserimento di immagini nell'annuncio (meno in Sobi2)
  • possibilita' di inserire annunci senza registrazione
  • bottone di ricerca dedicato
Quello che a mio parere li differenzia molto e' l'interfaccia di lavoro, che risulta molto piu' scorrevole ed integrata in Adsmanager rispetto a quella di Sobi2. Un altro punto a favore di Adsmanager e' la possibilita' di una maggiore personalizzazione dei campi della scheda di inserimento dei dati, prevedendo un'ordine a piacere dei campi e la possibilita' di aggiungere immagini in numero prestabilito a nostro piacere, cosa non consentita da Sobi2.
Per capire di cosa stiamo parlando e per vedere come funziona Admanager puoi visitare Holidays-Vacanze o La vetrina dei professionisti mentre per siti con Sobi2 puoi visitare WorldWeb o Directory Free Web.
Qui di seguito i link alle risorse da provare assolutamente:
Non esitare a postare commenti, suggerimenti o domande. Saranno sempre ben accolti.
Buon divertimento!!!

P.s.: questo e' il post n. 100. Se ti va votalo su Ok notizie cliccando qui.


Bookmark and Share

19 dicembre 2009

Eliminare il nome del blog dal titolo di un post di blogger

Eliminare il nome del blog dal titolo di un post di blogger


Non ci avete mai fatto caso? Credo di si se state leggendo questo post. Beh, in ogni caso, se state leggendo un qualunque post di un blog su piattaforma Blogger Blogspot normalmente compare sulla barra del browser in alto a sinistra il nome del blog prima del titolo del post (ad esempio geek4work: Eliminare ...). E' possibile eliminare il nome del blog in modo semplice e veloce.
Occorre andare nel pannello di amministrazione di blogger, in Layout e poi cliccare su Modifica HTML
effettuare il backup cliccando su Scarica modello completo (non si sa mai)
ricercare il testo

<title><data:blog.pageTitle/></title> 
 

e sostituirlo con

<b:if cond='data:blog.pageType == &quot;index&quot;'>
    <title><data:blog.title/></title>
<b:else/>
    <title><data:blog.pageName/></title>
</b:if>
 
Salvare e il gioco e' fatto.



Bookmark and Share

Eliminating name of blog from title of Blogger Blogspot post

Eliminating name of blog from title of Blogger Blogspot post


You have not never made note this? I think so if you are reading this post.
Beh, in any case, if been reading any post of a blog on platform Blogger Blogspot normally appears on the bar of the browser, up on the left the name of blog before the title it of the post (for example geek4work: To eliminate…). It's possible to eliminate the name of the blog in simple and fast way. It is necessary to go in the panel of administration of blogger, in Layout and then to click on Modification HTML, make backup, then search the text

<title><data:blog.pageTitle/></title> 

and to replace it with this other

<b:if cond='data:blog.pageType == &quot;index&quot;'>
    <title><data:blog.title/></title>
<b:else/>
    <title><data:blog.pageName/></title>
</b:if>

That is and enjoy.


Bookmark and Share

12 dicembre 2009

Memorari: come (cercare di) non dimenticarsi nulla

Memorari: come (cercare di) non dimenticarsi nulla


Memorari e' un reminder gratuito che si aggiunge all'elenco di altri servizi simili piu' o meno conosciuti. Quello che impressiona di Memorari, pero', e' la semplicita' e l'efficacia. In pochi click infatti e' possibile impostare il promemoria e scegliere il dispositivo, email, jabber, ecc., dove recapitare il messaggio. Peccato davvero che non sia possibile l'invio a telefonini di operatori italiani.
Semplicemente e' necessario rispondere a 3 domande: "When?," "Who?," and "What?" , e Memorari inviera' il promemoria all'orario impostato e con il metodo di consegna prescelto. Attualmente e' possibile impostare reminder fino al 2011, non male!
Provatelo e postate nei commenti cosa ne pensate.
Link Memorari

Ti è piaciuto l'articolo?
Puoi Votarlo su OKNOtizie. Grazie Mille!


Bookmark and Share

6 dicembre 2009

Errori da evitare con il proprio blog

Consigli che ogni blogger dovrebbe conoscere per aumentare il traffico

Se sei un blogger e vuoi aumentare il traffico del blog e' bene conoscere alcuni errori che devono essere assolutamente evitati. Se commetti questi errori il traffico non potra' mai entrare  nel vivo. Peggio, potrebbe rimanere piatto o anche dimunire.

Photo courtesy of ©iStockphoto.com/VisualField, Image #1285627
Come conosco queste cose? Dopo aver scritto oltre 1000 post e aver ricevuto innumerevoli commenti, ho commesso tanti errori, piu' di quanti ne potresti fare te. Di conseguenza ho visto emergere alcune regole. Elenco quindi gli errori da evitare che secondo me sono penalizzanti per ogni blog.

  • Errore #1: Non postare abbastanza. I blogger per hobby possono pubblicare articoli a distanza di settimane. Ma la frequenza e' cio' che distingue un uomo da un ragazzo. Non e' possibile generare traffico solido senza postare frequentemente. Io ho notato piu' volte (via Google Analytics) che c'e' una correlazione diretta tra frequenza a traffico. Piu' arti8coli vengono pubblicati -entro certi limiti- e maggiori sono le visite.
  • Errore #2: Postare troppo. Si, anche questo e' possibile. Non c'e' necessita' di ascoltare qualcuno piu' di una volta al giorno, a meno che non si tratti di un blog gestito da un gruppo o un sito di notizie. Infatti e' meglio focalizzarsi nello scrivere un articolo al giorno veramente valido piuttosto che diversi mediocri. Il trucco e' quello di trovare la frequenza giusta.
  • Errore #3: Scrivere articoli troppo lunghi. Seth Godin e' il maestro del post breve, di solito tra 200 e 400 parole. Se gli articoli sono piu' lunghi, 500, 750 parole o piu', fai in modo che siano visualmente divisibili a blocchi, tramite l'utilizzo di sottotitoli, liste e altri strumenti che permettano al lettore di muoversi nel contenuto. Se mentre scrivi ti acorgi che un post e' troppo lungo prendi in considerazione di dividerlo in piu' articoli.
  • Errore #4: Non stimolare la partecipazione. Quando parlo di "partecipazione" faccio riferimento ad una combinazione di pagine viste, commenti dei lettori e citazione nei social media. Postrank.com e' un ottimo tool per misurare questo tipo di partecipazione. I post che generano maggior riscontro sono quelli che trattano di questioni controverse, che mettono in evidenza errori commessi e che parlano di problemi aperti. Questo e' il motivo per cui io cerco di concludere ciascun post con una domanda.
  • Errore #5: Non partecipare alla conversazione. Quando un blogger non partecipa alla conversazione commentando i propri post o rispondendo ai propri lettori e' come organizzare una festa a casa propria, fare una breve apparizione e scomparire. In qualunque altro contesto, questo comportamento sarebbe percepito come scortese o burbero. Stessa cosa mentre scrivi sul blog: i lettori vogliuono conversare con TE.
  • Errore #6: Non rendere accessibile il contenuto. Da quando sono nel settore editoriale, spesso mi chiedono se penso che la gente stia leggendo meno. La risposta è semplice: "No". In realtà, penso che stanno leggendo più che mai. Ma stanno leggendo in modo diverso. I lettori hanno un livello d'attenzione più breve, "scansionano" i contenuti alla ricerca di articoli che li interessino. Utilizzare sottotitoli, elenchi puntati o numerati, consente di rendere il contenuto del blog maggiormente accessibile ai lettori. Anche brevi paragrafi possono aiutare in questo.
  • Mistake #7: Non creare titoli accattivanti. Secondo Brian Clark, che gestisce uno dei siti maggiormente letti, CopyBlogger, “in media su 10 che hanno letto il titolo, solo 2 leggeranno il resto”. Questo significa che i titoli sono molto piu' importanti del contenuto. Fortunatamente Brian ha una categoria di post chiamata  This means your headlines are the most important thing you write. Fortunately, Brian has an entire series of posts called “Come scrivere titoli attraenti.” Suggerisco di leggere ogni post.
  • Errore #8: Il primo paragrafo e' inefficace. Questo e' critico. Poniamo che tu abbia scritto un grande titolo, le persone leggeranno nsubito dopo il primo paragrafo. Devi usare questo paragrafo per spingere i lettori nel resto dell'articolo. Inizia con una storia, una promessa, o un fatto sorprendente. L'idea e' quella di catturare e carpire la loro attenzione. Molti blogger impiegano troppo tempo a impostare l'articolo o descrivere il contesto. Vaio dritto al nocciolo.
  • Mistake #9: Your post is off-brand. I have often been guilty of this one. If you are a hobby blogger, you can get away with the occasional post that strays from your primary message or brand. But if you are trying to build traffic, you need to find an editorial focus and stick to it. A tighter focus leads to higher traffic. This is why I have tried to narrow my own focus to three areas: leadership, social media, and publishing. If I want to write on something else (e.g., fitness), I do so through one of these three lenses.
  • Errore #10: L'articolo parla di TE. A meno che tu non sia una mega celebrita' ai lettori non interessa di te. Proprio no. Gli interessa di loro stessiVogliono sapere cosa c'è nel contenuto per LORO. Le vostre storie personali possono essere una porta di accesso a questo, ma alla fine, gli articoli migliori riguardano le esigenze dei lettori, le paure, i problemi o preoccupazioni. Chiediti sempre: "Cosa desidera il mio lettore?".
Ci sono anche altri errori; dubito che questa lista sia esaustiva. Ma ritengo di averne menzionati i principali. There are other mistakes, too; I doubt this list is exhaustive. But I think I have covered the major ones. Se puoi evitare questi sarai sulla strada per aumentare il traffico e accrescere il tuo pubblico.
Domanda: Quali altri traffic-killer hai incontrato come blogger?
Posta nei commenti idee ed esperienze.

Tratto da Michaelhyatt

Ti è piaciuto l'articolo?
Puoi Votarlo su OKNOtizie. Grazie Mille!



Bookmark and Share

29 novembre 2009

Backup online gratis: quale servizio utilizzare?

Esistono molti servizi gratuiti che consentono di uploadare e quindi fare il backup dei files online.
Qui di seguito ne elenco alcuni ma ne esistono tanti tanti altri ...
Tutti hanno in comune la possibilita' di effettuare l'upload da browser, con alcuni hai l'opzione, a me non piace tanto, di installare un client. Tutti prevedono alcuni limiti nell'utilizzo: spazio occupato, grandezza del singolo file, ecc.. probabilmente non esiste un servizio migliore in assoluto.
Puoi sbizzarrirti a provare quelli elencati qui sotto, tanto e' gratis.
  1. Steekr
  2. docstoc
  3. Scribd
  4. boxnet
  5. Humyo
  6. Orbitfiles
  7. Esnips
  8. Slideshare
  9. 4shared
  10. photobucket
  11. drop.io
  12. Opendrive
  13. wikifortio
  14. Mydrive

Ma qualcuno ha trovato una soluzione ai limiti di spazio di archiviazione messi a disposizione gratuitamente da innumerevoli e differenti servizi.



Ecco quindi Load2all. In pratica i files che inviamo vengono suddivisi e ripartiti automaticamente tra i vari servizi. Quindi non esistono piu' ne' limiti di spazio, ne' di dimensione del singolo file. Non poco considerato che e' tutto gratuito.
La registrazione non e' obbligatoria ma puo' essere utile per meglio ritrovare i file che ci interessano.
Per provare questo servizio vai a Load2all.

Ti è piaciuto l'articolo?
Puoi Votarlo su OKNOtizie. Grazie Mille!


Bookmark and Share

Come scoprire se qualcuno ha copiato un post

Plagium ovvero come scoprire se qualcuno sta copiando anche solo una parte di un post


Con questa risorsa gratuita e online, che altro non e' che un motore di ricerca basato su Yahoo!, e' possibile individuare in quali altri siti e' ripetuto il testo che ci interessa.
L'utilizzo e' semplice e non richiede registrazione: basta immettere una porzione di testo a piacere e far iniziare la ricerca.
E' anche possibile ricevere via email degli alerts su testi da noi impostati, per tenere sotto controllo alcuni articoli senza dover via via ricordarsi di effettuare manualmente la ricerca.
Se lo vuoi provare collegati a Plagium.



Bookmark and Share

28 novembre 2009

Registrare un dominio di primo livello gratis

Proprio cosi', e' possibile registrare gratuitamente un dominio di primo livello (significa www.nomescelto.tk). E  benche' cio' sia possibile da molto tempo non tutti ne sono a conoscenza!




E' pur vero che registrare un dominio a pagamento non ha un  costo eccessivo e nell'offerta e' probabile sia compreso anche lo spazio web, ma gestire un altro dominio gratis puo' essere comunque un'altra opportunita' .  Inoltre registrare un indirizzo puo' essere utile per abbreviare un indirizzo del servizio dove e' hostato il blog e allo stesso tempo far assumere al sito un indirizzo piu' professionale. Il blog quindi sara' successivamente raggiungibile dal vecchio (e lungo) indirizzo oltreche' dal nuovo Url.
Il dominio .tk  e' collegato al governo di Tokelau, un paese nell'Oceano Pacifico costituito da tre atolli che fa parte della Nuova Zelanda. Gli uffici che gesticono i domini comunque sono situati ad Amsterdam, Londra e nell'Isola di Man.
Per procedere e' semplicissimo. Basta collegarsi al sito e iniziare ad immettere il dominio che ci piacerebbe registrare ... e se nessun altro lo ha gia' registrato  e' tuo!
Se vuoi iniziare clicca qui e buon divertimento.

Ti è piaciuto l'articolo?
Puoi Votarlo su OKNOtizie. Grazie Mille!


Bookmark and Share

23 novembre 2009

Il progresso della tecnologia, l'usabilità e la Legge

Il progresso tecnologico ottenuto con interventi legislativi è solo un'illusione o è una modalità di reale miglioramento del sistema?
Negli ultimi anni si è stati abituati ad interventi legislativi che hanno imposto un “progresso” informatico. Ma si tratta di miglioramenti effettivi o soltanto di scelte tecnologiche lontane dall'effettivo utilizzo delle imprese e cittadini?
Le dichiarazioni dei redditi
E' infatti da diverso tempo che professionisti, ditte individuali e società sono tenute a presentare telematicamente le dichiarazioni fiscali. Cio' significa che lo Stato non riceve più la dichiarazione stampata su carta ma un file contenente tutti i dati richiesti. Vuoi mettere il beneficio. Per lo Stato senz'altro. Intanto i dati sono già in formato elaborabile e possono essere acquisiti senza lavorazioni analogiche.

I rapporti con le Camere di Commercio
Stessa cosa è avvenuta con le Camere di Commercio anche se con modalità differenti: intanto i cambiamenti hanno interessato solo le società (quindi non i professionisti e le ditte) ma in questo caso i legali rappresentanti delle soceta' iscritte al Registro delle Imprese si sono anche dovuti dotare di una smart card contenente la firma digitale … con la quale firmare il file da inviare. Certo la smart card e' uno strumento che in futuro dovrebbe essere utilizzabile piu' diffusamente … ma che attualmente oltre che per la Camera di Commercio puo' servire soltanto, semmai, a loggarsi a pochi altri siti istituzionali. Un po' pochino per le potenzialita' di questo dispositivo. Per la verità molti imprenditori non sanno nemmeno di averla la smart card e questo formidabile strumento di autenticazione quasi sicuramente giace inutilizzato in un cassetto del consulente fiscale, il vero utilizzatore e unico a conoscenza di come e per cosa utilizzarlo. Stessa sorte capita, di solito, anche a chi e' cosciente di possederla ma preferisce lasciarla al commercialista … cosi' non viene smarrita …

Nel caso della smart card un vantaggio indubbio e' per chi emette la carta. stessa. Genera senz'altro uno "zoccolo duro" di ricavi. Inoltre ogni 3 anni anche il certificato digitale contenuto nella smart card scade ed il rinnovo, naturalmente, non e' gratuito. Idem come sopra.
Posta elettronica certificata, in sigla Pec
Una legge entrata in vigore nel 2008 ha previsto che tutti i professionisti iscritti in albi professionali si debbano dotare di Pec a partire da novembre 2009. E tutti i liberi professionisti senza albo?
La stessa legge ha anche previsto che le societa' (non invece le ditte individuali) a partire da novembre 2011 (dal 2011???) si debbano dotare di indirizzo di posta elettronica certificata. Certo che la Pec e' una bella cosa ma sapete in quanti ancora non solo non utilizzano la posta elettronica (quella normale) e non hanno nemmeno un computer (e se lo avessero non saprebbero che farci?). Non e' che vada a finire come con la firma digitale cioe' che molti consegneranno le credenziali al commercialista, unico depositario, per taluni, di queste alchimie?
Di recente l'Inps e l'Aci hanno iniziato a rilasciare indirizzi Pec gratuiti, iniziativa disposta da un Ministro del Governo. Piu' viene utilizzata la posta elettronica per comunicare e maggiori sono i risparmi di spesa (e benefici per l'ambiente). E' vero. Ma quanti pensionati potranno ricevere le comunicazioni via Pec?



Ho l'impressione che si cerchi di far credere che la tecnologia piu' avanzata sia la migliore per efficacia e risparmi di spesa. Sara', ma non in tutti i contesti o da tutti i punti di vista. Interessante al riguardo un articolo su Wired di novembre che parla di semplicita' e prezzi contenuti: good enough.
Ma semplicita' d'uso e prezzi contenuti devono essere elementi condivisi da tutte le parti in gioco, sia per chi "produce" che per chi consuma. Altrimenti il meccanismo si inceppa. Solo questa e' la formula vincente in termini "evolutivi".
La tecnologia, di qualunque tipo, diventa un bene veramente prezioso quando e' usabile, ovvero per costi e semplicita' diventa alla portata di tutti. Di esempi ce ne sono tanti e non mi pare che nessuno di questi sia stato imposto con un provvedimento legislativo.

Ti è piaciuto l'articolo?
Puoi Votarlo su OKNOtizie. Grazie Mille!



Bookmark and Share

16 novembre 2009

C'e' acqua sulla luna? Google Doodles!!!

C'e' acqua sulla luna? Si .... on the rocks!!!

Ecco che Google non si lascia mancare l'occasione per festeggiare questa esaltante scoperta con un logo ad hoc apparso nella home del motore di ricerca il 14 novembre 2009.



Se sei a conoscenza di altri loghi Google per occasioni speciali e se ti va, segnalalo nei commenti.



Ti è piaciuto l'articolo?
Puoi Votarlo su OKNOtizie. Grazie Mille!



Bookmark and Share

15 novembre 2009

Controllare il funzionamento del proprio blog con uno strumento online gratuito: IsMyBlogWorking?

Controllare il funzionamento del proprio blog con uno strumento online gratuito: IsMyBlogWorking?
E' possibile sapere se il blog funziona a dovere? Mi riferisco non al numero di visite ricevute, alla permanenza o alla pertinenza delle notizie; intendo dire se la struttura che sta sotto (il server, il  Cms ecc.) e' efficiente e se le pagine sono caricate senza difficolta', se il sito è indicizzato da Google e da Bing ecc. ecc..
E' normale che come blogger vorrei conoscere maggiori dettagli possibile del mio blog.



Ebbene, per informazioni di carattere tecnico uno stumento valido puo' essere ismyblogworking, gratuito e semplice da utilizzare: basta inserire l'indirizzo del sito di cui vogliamo avere notizie e cliccare ... in pochi istanti tutte le informazioni sono disponibili a video.



Mi auguro che tu possa provare il servizio ismyblogworking e non dimenticarti di dare il tuo feedback nei commenti o di segnalare servizi simili.



Print

Bookmark and Share

23 ottobre 2009

EuroFatt: un software gratuito per fatturazione e gestione magazzino


EuroFatt, un software per la fatturazione e la gestione del magazzino
Esistono molte soluzioni software per piccole imprese (ma non solo) completamente gratuite, scaricabili legalmente da internet o utilizzabili da web.
Ne abbiamo presentate gia' alcune che non contemplano soltanto la fatturazione ma anche altre problematiche, del tipo DDT, gestione magazzino, preventivi ecc., tali da poter essere considerate vere e proprie suite per aziende ... roba che fino ad alcuni anni fa sarebbe costata fior di quattrini.
In queste pagine abbiamo presentato ioFatturo e Impresa Free, entrambi programmi professionali ma (e il ma forse non è molto adatto) gratuiti.

Prima di parlare di EuroFatt, che rientra a pieno titolo tra le suite per l'azienda, vorrei dirvi che mi piacerebbe molto poter parlare su queste pagine di altri software del genere: l'invito è aperto a tutti, sia ad utenti cha a software house: quindi postate nei commenti o scrivete a geek4work@gmail.com; a chi interessa daro' anche la possibilità di postare autonomamente.



Ed ora veniamo a noi: EuroFatt e' un programma gestionale completamente gratuito (freeware) rivolto alle piccole e medie imprese, ai commercianti, agli artigiani e ai professionisti che cercano un software facile da usare.
Una delle caratteristiche più apprezzate dagli utenti e' l'interfaccia semplice ed intuitiva che riduce notevolmente i tempi di apprendimento del funzionamento del programma.
 

Per predisporre e stampare fatture, parcelle, preventivi bastano solo un paio di minuti.
Di seguito sono elencate alcune funzionalità offerte dal software:
  • Gestione anagrafica articoli
  • Gestione anagrafica clienti e fornitori
  • Gestione dei seguenti documenti





    • Preventivo
    • Documento di trasporto (DDT)
    • Fattura immediata
    • Fattura differita
    • Nota credito
    • Parcella
    • Ricevuta fiscale
    • Ordine a fornitore





  • Gestione di vari tipi di pagamento
  • Gestione di varie aliquote IVA
  • Gestione di varie unità di misura
  • Gestione di varie tabelle in supporto al programma
  • Possibilità di inviare via email tutti i documenti
  • Possibilità di modificare i report  stampabili, personalizzando i documenti per adattarli a moduli prestampati
  • Possibilità di caricare nell'archivio del programma dati da fonti esterne (excel, ecc.)
  • Possibilità di salvare tutte le stampe in formato PDF



Ti è piaciuto l'articolo?
Puoi Votarlo su OKNOtizie. Grazie Mille!



Bookmark and Share

2 ottobre 2009

Mahatma Gandhi Google Doodles

Google festeggia oggi 2 ottobre la nascita del Mahatma Gandhi con questo logo.

Google ci ha ormai abituati a queste chicche anche dette Google Doodles. Altre le puoi trovare in questa pagina ufficiale.



Ti è piaciuto l'articolo?
Puoi Votarlo su OKNOtizie. Grazie Mille!



Bookmark and Share

1 ottobre 2009

Creare una sitemap per Blogger e migliorare il posizionamento sui motori di ricerca

La definizione di sitemap che si trova si Wikipedia ci fa capire quanto sia importante crearne una al fine di essere meglio trovati dai motori di ricerca. E allora vediamo cosa fare.


Prima di tutto occorre creare gratuitamente un account su Google strumenti per i webmaster e seguire le istruzioni per dare conferma a Google che siamo proprio noi i gestori del sito.


Dopo aver fatto questo è necessario inviare la sitemap. Con piattaforme come Wordpress o Joomla! è sufficiente effettuare l'installazione di plugin che fanno questo per nostro conto; con Blogger Blogger Blogspot non è possibile disporre di plugin di questo tipo ma comunque la cosa non è difficile, anzi ... cliccando sul bottone "aggiungi sitemap" dovrai semplicemente aggiungere atom.xml?max-results=500&start-index=1
In questo modo i primo 500 (!) post verranno indicizzati

Sitemap per blog con più di 500 articoli

Se avete pubblicato più di 500 articoli, la sitemap non conterrà gli articoli dal 501° in poi. Non vi preoccupate, basterà aggiungere altre sitemap (finché non si copriranno tutti gli articoli del blog).
Aggiungete altre sitemap, ripetendo i passi 1, 2, 3 e 4. Di volta in volta, quando arriverete al punto 3, inserite:
  1. atom.xml?max-results=500&start-index=501
  2. atom.xml?max-results=500&start-index=1001
  3. atom.xml?max-results=500&start-index=1501
  4. …ecc.

Ti è piaciuto l'articolo?
Puoi Votarlo su OKNOtizie. Grazie Mille!



Bookmark and Share

27 settembre 2009

Template per blogger: Cordobo Green Park 2

Vi ho già altre volte segnalato alcuni templates per blogger blogspot: eccone un altro, si tratta di Cordobo Green Park 2.


Il file xml in formato zip è scaricabile cliccando sull'icona qui sotto; nello stesso file ho anche inserito le immagini, che, non si sa mai, potrebbero fare comodo.



Ti è piaciuto l'articolo?
Puoi Votarlo su OKNOtizie. Grazie Mille!



Bookmark and Share

10 settembre 2009

Read more ... anche in Blogger Blogspot

In occasione del "compleanno" di Blogger arriva un'altra novita': Jump break

Il Team di Blogger aveva annunciato novita' per festeggiare il compleanno di Blogger e fino ad ora sta mantenendo le promesse. Dopo aver rivisto il modo di visualizzare e riorganizzare le etichette, di cui avevo parlato nel post Blogger Blogspot aggiunge la Tag Cloud ai gadget e' ora il momento della funzione Read more ... nativa, senza necessita' di modifiche al codice ma facilmente posizionabile tramite un bottone sulla barra dell'editor web.


6 settembre 2009

Inserire annunci Adsense in un punto a piacere del post

Come inserire annunci Adsense nei post ed aumentare i ricavi
La possibilita' di inserire gli annunci all'interno di un post esiste gia' anche nelle opzioni di blogger in personalizzazione annunci di "Guadagna con Adsense", ma il risultato non e' dei migliori. Ecco quindi che puo' essere utile seguire le indicazioni che seguono e che danno la possibilita' di inserire gli annunci all'interno dell'articolo in un punto a nostra scelta, quindi anche all'inizio o alla fine del post.

Non e' complicato ma bisogna andare a modificare il codice html del nostro blog, da Layout => Modifica HTML. Per prima cosa effettuare il backup del template, cliccando su "Scarica modello completo", cosi' in caso di errore e' possibile ripristinare tutto senza problemi.

Cliccare sulla casellina espandi modelli widget e cercare
<data:post.body/>
e sostituire con tutto questo codice
 <div expr:id='"aim1" + data:post.id'></div>
<div style='clear:both; margin:10px 0'>
<div style='float:center;'>
<div style='text-align: center;'> 
    <!-- Inserisci qui il codice Adsense modificato con Parse -->
</div>

<div expr:id='"aim2" + data:post.id'>

    <data:post.body/>
</div>

<script type="text/javascript">
var obj0=document.getElementById("aim1<data:post.id/>");
var obj1=document.getElementById("aim2<data:post.id/>");
var s=obj1.innerHTML;
var r=s.search(/\x3C!-- adsense --\x3E/igm);
if(r>0) {obj0.innerHTML=s.substr(0,r);obj1.innerHTML=s.substr(r+16);}
</script>
Affinche' tutto funzioni e' necessario sostituire tutta la riga "<!-- Inserisci qui il codice Adsense modificato con Parse-->" con il blocco di codice Adsense dell'annuncio, da prelevare dall'account Adsense e modificato con Parse o con Blogger Ad Code Converter (senza la modifica il codice non funziona). 
L'nserimento e' si automatico ma e' necessario, ogni volta, nel codice html del post andare a scrivere <!-- adsense --> esattamente dove si vuole l'annuncio.
In tutti i post dove invece non inseriremo questo codice, la pubblicita' Adsense verra' inserita all'inizio del post.
Se poi si vuole che l'annuncio compaia a meta' del post senza dover inserire <!-- adsense --> bastera' sostituire il codice colorato in verde con questo:
<script type="text/javascript">
var obj0=document.getElementById("aim1<data:post.id/>");
var obj1=document.getElementById("aim2<data:post.id/>");
var s=obj1.innerHTML;
var t=s.substr(0,s.length/2);
var r=t.lastIndexOf(" ");
if(r>0) {obj0.innerHTML=s.substr(0,r);obj1.innerHTML=s.substr(r+1);}
</script>
Ti è piaciuto l'articolo?
Puoi Votarlo su OKNOtizie. Grazie Mille!


Bookmark and Share

5 settembre 2009

Free ftp backup: consigli per copie di sicurezza

E' importante automatizzare i backup dei files che ci interessano
Spesso non ci rendiamo conto di quanto sia importante effettuare copie di sicurezza finche' non e' troppo tardi ...
Proprio cosi', siamo tutti coscienti del fatto che l'hard disk del nostro Pc puo' guastarsi o che qualcuno, anche noi stessi, puo' cancellare involontariamente cose che invece ci premono, ma non viene effettuata alcuna copia oppure la copia c'e' ma risale a chissa' quanto tempo fa! tutto per mancanza di voglia e tempo ...
Secondo me e' infatti essenziale automatizzare il backup: si impiega un po' di tempo all'inizio ma una volta impostato cosa copiare, a quali intervalli di tempo e dove posizionare la copia possiamo stare un po' piu' tranquilli e dedicarsi ad altro.
Programmi free adatti allo scopo se ne trovano tantissimi: uno puo' essere ABC Backup, che consente anche la copia su server Ftp. E' infatti consigliabile effettuare copie su supporti differenti: hard disk portatili, unita' di rete ma anche in rete: a tal fine e' possibile acquistare servizi specifici oppure spazio web gratuito con accesso Ftp.

Ti è piaciuto l'articolo?
Puoi Votarlo su OKNOtizie. Grazie Mille!


Bookmark and Share

3 settembre 2009

Gestire le partizioni del nostro hard Disk con facilita'

Easeus Partition Master (già Easeus Partition Manager)
C'era una volta ... un software molto costoso ... e ora invece e' gratis!
Molti programmi, migliori dei loro costosissimi progenitori, oggi sono reperibili gratuitamente e legalmente in rete, sia che si tratti di web application, ovvero servizi utilizzabili online, sia programmi da installare.
Uno di quest'ultimi è Easeus Partition Manager: con questo programma e' possibile gestire le partizioni del nostro hard disk. Tutte le operazioni sono semplici e gestibili da un'interfaccia intuitiva.
Certo non sara' un'applicazione da utilizzare tutti i giorni ma e' bene sapere che c'e' e che non ci costa nulla!

Ti è piaciuto l'articolo?
Puoi Votarlo su OKNOtizie. Grazie Mille!



Bookmark and Share

1 settembre 2009

Blogger Blogspot aggiunge la Tag Cloud ai gadget

Tag o etichette in formato nuvola e in modo “nativo” in Blogger

etichette blogger

Gia’ da un po’ di tempo era possibile aggiungere le etichette in formato nuvola anche su Blogspot ma andando ad editare, o comunque copiare e incollare, il codice html. Ora Blogspot, per tenersi al passo con le richieste ed andare incontro ai meno smanettoni, aggiunge tale funzionalita’ in modo nativo alle caratteristiche delle etichette.


Basta infatti aggiungere un gadget, selezionare etichette e selezionare “Nuvola” in visualizzazione.

E’ anche possibile selezionare l’ordine di visualizzazione delle etichette, alfabetico o per frequenza e mostrare o meno il numero di post per ciascuna.

E’ stata aggiunta un’altra comoda funzionalita’. Ora e’ infatti possibile scegliere quali etichette visualizzare: cio’ consente di mantenere in ordine il blog anche a chi nel corso del tempo ha aumentato a dismisura il numero di tag.

selezione tag


Ti è piaciuto l'articolo?
Puoi Votarlo su OKNOtizie. Grazie Mille!

Bookmark and Share

23 agosto 2009

Widget per traduzione blog

Il nostro sito in tutte le lingue? Mettiamo un bottone per la traduzione automatica!

Ti sarà capitato piu' volte di tradurre un post, magari utilizzando Strumenti per le lingue di Google. Oppure di leggere un articolo e di renderti conto che in realtà si trattava di una pagina tradotta e trovata al volo dal motore (sempre Google?) dall'italiano non proprio fluido. Hai pensato che sia venuta ora di mettere sul blog un bottone che consenta la traduzione del post, magari per catturare qualche visitatore in piu'? Servizi gratuiti del genere ne esistono diversi, e' presente naturalmente Google ma anche outsider o comunque aziende meno note al grande pubblico. E non e' veramente detto che questi servizi valgano meno di quelli proposti dai "grandi".


srumenti traduzione
Faro' una rasssegna di quelli che ho trovato con il link della pagina dove e' possibile prelevare il codice da inserire nel nostro sito. Ne esistono anche altri ma quelli che segnalo consentono la cosa per noi iu' importante, la traduzione anche "da" italiano.
Applied Language: e' possibile personalizzare colori e layout. In ogni caso carina la grafica. Molte le lingue.
Conveythis: bottone tipo ShareThis. Occupa pochissimo spazio. Puo' essere inserito anche alla base di un post.
Google traduttore: bottone non troppo invadente e funzionale. Moltissime le lingue supportate.
Yahoo Babel Fish: bottone un po' piu' grande. Non molte le lingue.
Microsoft: la traduzione appare su meta' dello schermo cosi' e' possibile fare un confronto con l'originale. Questa soluzione va bene per altri utilizzi ma non troppo per mettere un bottone sul sito.
Ti è piaciuto l'articolo?
Puoi Votarlo su OKNOtizie. Grazie Mille!

Print

Bookmark and Share

Blogger templates

In rete si trovano veramente tante risorse gratuite per Blogger Blogspot, difficile è tenerle in ordine per utilizzarle al momento che ci occorrono.

Beh!, in questo post voglio segnalare, cosi' da tenerne anche memoria, questi siti dove si possono trovare bellissimi templates. Nei primi 3 sono reperibili risorse non molto utilizzate ma veramente belle.

C-Templates: pochi ma buoni!

Themescook: pochi modelli ma veramente speciali!

Bietemplates: tanti modelli ma non inflazionati

Labofweb: 2 ottimi templates

Deluxetemplates: tanti modelli per tutti i gusti





Ti è piaciuto l'articolo?
Puoi Votarlo su OKNOtizie. Grazie Mille!

Print

Bookmark and Share

Non riesco ad accedere al pannello di controllo di Wordpress

Un'utile guida Wodpress
Avevo fatto delle modifiche non volute e non riuscivo piu' ad accedere al pannello di controllo ... ed ho trovato questo:
"Nelle impostazioni utente ho modificato per errore i parametri della pagina Blog ed i parametri della pagina iniziale.
Proprio per il fatto che li ho modificati per sbaglio non so che riferimenti ho messo.
Adesso se apro la pagina, vedo il contenuto del blog con una formattazione bruttissima e non riesco a rientrare nei parametri di configurazione. (Bacheca, ecc.)
Sono spacciato oppure o qualche possibilità?"
Risposta: http://www.tamba2.org.uk/wordpress/site-url/
Fonte | Wordpress-it.it


Ti è piaciuto l'articolo?
Puoi Votarlo su OKNOtizie. Grazie Mille!

Print

Bookmark and Share

Potrebbero interessarti:
var linkwithin_site_id = 16657; Related Posts with Thumbnails